www.ilmeteo.it
 
 
Sito Ufficiale STUDIOCOMET
 
 
ArCon
 
Home | Redazione | Progetto | Editoriale | Report | Agenda | Annunci
 My city   Controversie

Dal mercato tutelato a quello libero senza firma: Enel deve risarcire

 13 febbraio 2012 – Confconsumatori di Bari ha conseguito una nuova vittoria in materia di energia elettrica, questa volta contro Enel Servizio Elettrico S.p.A. – Maggior Tutela. Una coppia di utenti era passata dal mercato tutelato al mercato libero, contro la propria volontà, senza aver firmato alcunché o effettuato registrazioni vocali telefoniche con Enel Energia S.p.A. – Mercato Libero.

 Enel ha impiegato quasi nove mesi per far rientrarei due utenti nella Maggior Tutela, contro i 3 giorni lavorativi stabiliti dall’Autorità.

LEGGI TUTTO 

A Massa Carrara Enel condannata a risarcire  oltre 2.500 euro di danni

 Massa Carrara, 21 novembre 2011Il gestore non aveva informato correttamente e per tempo la cliente che chiedeva l’istallazione di un contatore: ora dovrà risarcirla di oltre 2.500 euro. Un’importante vittoria di Confconsumatori di Massa-Carrara nei confronti di Enel Energia spa, condannata dal Giudice di Pace di Massa a risarcire l’utente dei danni subiti a causa di un comportamento commercialmente contrario alle regole di correttezza, buona fede e diligenza.

 Un’associata aveva richiesto al gestore l’apposizione di un nuovo contatore del gas per il proprio appartamento, che ne era privo. A fronte delle fuorvianti e sempre diverse motivazioni verbali fornite dalla società, la donna si è rivolta alla Confconsumatori che ha provveduto a contestare il comportamento della società e a richiedere la motivazione ufficiale del rifiuto.

LEGGI TUTTO 

Canone depurazione: non è una tassa, se il depuratore non c’è non è dovuto

 Viterbo, 15 novembre 2011 – “Se nel Comune di residenza non sono attivi depuratori per le acque reflue, la quota della bolletta destinata alla depurazione non dev’essere pagata dai cittadini“. Confconsumatori Viterbo ha ottenuto un’importante vittoria che sancisce il diritto inalienabile dei cittadini a non pagare un servizio quando esso non viene effettivamente erogato.

La società viterbese Talete, infatti, riscuoteva indebitamente le quote di depurazione nel territorio di Civita Castellana, senza che fosse funzionante alcun impianto per la depurazione delle acque reflue.

LEGGI TUTTO 

Attende invano 175 giorni l’attivazione dell’Adsl già pagata: avrà 4 mila € di danni da Telecom Italia

 Latina, 14 novembre 2011Ha atteso invano per 175 giorni l’attivazione dell’Adsl, già pagata. Esasperato ha inviato il recesso ma si è trovato senza linea e con altre fatture da pagare. La storia di un associato Confconsumatori di Minturno (LT) si è conclusa davanti al Giudice di Pace, che con sentenza n. 174/11, ha condannato la Telecom Italia S.p.A. al risarcimento dell’utente che aveva regolarmente richiesto l’attivazione della linea ADSL, mai attivata nonostante il pagamento del contributo di attivazione e dei canoni mensili.

LEGGI TUTTO 

 
art_comet_ivrea ©2011
N.B. Tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio; se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo e provvederemo immediatamente a rimuoverlo.