www.ilmeteo.it
 
 
Sito Ufficiale STUDIOCOMET
 
 
ArCon
 
Home | Redazione | Progetto | Editoriale | Report | Agenda | Annunci
 My city 

Francia e Italia?si confrontano su Digitale e Smart City

Di Smart city e innovazione digitale in Italia e Francia si ? parlato? in Camera di commercio di Milano nel corso del convegno ?Economia digitale: Smart City. Un?opportunit? di mercato per le aziende francesi e italiane?, organizzato dall?Agenzia Francese per gli Investimenti Internazionali e la Chambre Fran?aise de Commerce et d?Industrie en Italie (CFCII) in collaborazione con la Camera di commercio di Milano. La nostra testata ? stata? unico media partner dell?evento.Tra i temi: i servizi gi? disponibili per le imprese e le prospettive di evoluzione anche in relazione al patrimonio informativo delle amministrazioni pubbliche che sta diventando accessibile come occasione di sviluppo imprenditoriale. Si ? parlato anche di Smart City? il cui ?obiettivo ? quello di rendere disponibile la tecnologia digitale alla popolazione ?con il coinvolgimento di imprese attive sia nel pubblico che nel privato.? Erica Corti , membro di giunta della Camera di Commercio di Milano -? ha dichiarato ? Creare una Milano Smart significa migliorare la qualit? della vita dei cittadini, rafforzare la competitivit? e l?attrattivit? della nostra citt? a livello internazionale. Una strada da seguire con determinazione e che pu? essere una occasione di sviluppo per le nostre imprese nell?ambito di una collaborazione con Paesi come la Francia che hanno gi? compiuto passi importanti in questa direzione ?.

? stato di quasi 2 miliardi di euro l?interscambio commerciale tra Lombardia e Francia nel settore legato all?ICT nel 2012, quasi 940 milioni di euro le importazioni (64% nazionale) e 842 milioni le esportazioni (51% nazionale). Per import di prodotti Milano ? prima con il 59% lombardo seguita da Monza e Brianza (35%) mentre nelle esportazioni si invertono le posizioni, Milano ? seconda (29%) dopo Monza e Brianza (57%). La Lombardia esporta soprattutto componenti elettronici e schede elettroniche (64%) che sono anche il prodotto pi? importato (31%) insieme agli strumenti e apparecchi di misurazione e precisione (30%). Emerge da un?elaborazione Camera di commercio di Milano su dati Istat al quarto trimestre 2012 e 2011

Cristina Tajani

Nel convegno si sono susseguiti altri interventi tra cui? quello di Cristina Tajani assessore alle Politiche per Lavoro, Universit? e Ricerca del Comune di Milano ?che ha dichiarato ?Entro fine mese sapremo quali e quanti dei 12 progetti per una Milano pi? ‘smart’ verranno approvati e finanziati dal Miur, per un ammontare complessivo di circa 170 milioni di euro?– prosegue l?assessore – ?Finanziamenti indispensabili? che consentirebbero di avviare la realizzazione di quelle infrastrutture sia fisiche che tecnologiche necessarie a uno sviluppo intelligente della citt? come richiesto dal tessuto imprenditoriale, universitario e dall?intero mondo della ricerca, ed evidenziato dall’indagine presentata oggi?.? ?A rendere pi? incisiva l?azione dell?Amministrazione verso Smart City ? conclude Tajani ? anche la recente partecipazione all?assegnazione dei 16 milioni di euro di contributi erogati dalla Regione Lombardia a favore della realizzazione di idee imprenditoriali nell?ambito della sostenibilit? ambientale, a cui il Comune parteciper? con 19 progetti. Il bando prevede la creazione di soluzioni intelligenti a problemi su scala urbana e metropolitana per il miglioramento della qualit? della vita attraverso l?utilizzo di nuove tecnologie, applicazioni e modelli di integrazione e inclusione.?

Ricordiamoci che le nostre citta? si stanno? dirigendo verso l?EXPO 2015 e? gli appuntamenti? come ad esempio???Milano + Expo = Smart City??( tenutosi a fine maggio)???rappresentano ??l?occasione anche per i partner tecnologici di Expo 2015 di presentarsi alla citt? illustrando i propri progetti e i lasciti tecnologici che, dopo l?appuntamento con la grande esposizione, diverranno parte integrante delle strutture e infrastrutture della citt?.? Interessante intervento di Francois de Brabant, presidente di Between che ha messo a punto progetti sulle citta? intelligenti e la piattaforma di analisi Smart City Index ( un ranking delle ?citta? intelligenti? )

I relatori francesi hanno? sottolineato l?impegno della Francia? per lo sviluppo dell?economia digitale . La Francia va? in questa direzione con la creazione di fondi appositamente dedicati al digitale: 4,5 miliardi di euro stanziati nell?ambito del programma Investissements d?Avenir; 2 miliardi di euro per lo sviluppo delle infrastrutture internet (fibra ottica, soluzioni satellitari, connessione a banda larga); 1,4 miliardi di euro per sostenere le imprese del settore digitale; 850 milioni di euro dedicati al sostegno dell?innovazione nelle applicazioni digitali; 250 milioni di euro per lo sviluppo delle cosidette reti intelligenti.? Recentemente, il Primo Ministro Jean-Marc Ayrault ha annunciato un nuovo piano composto da oltre 18 misure a favore del digitale, tra le quali la realizzazione di un ambizioso programma di sviluppo della connessione a banda larga generalizzata entro dieci anni che sar? sostenuto da un investimento pari a 20 miliardi di euro, e l?avvio di un programma che riguarda le scuole con la formazione e digitalizzazione di 150 mila insegnanti entro il 2016. Verr? dedicata inoltre una particolare attenzione alle PMI del settore digitale, tramite la creazione di ?quartieri digitali? in quindici citt?, e lo stanziamento di 300 milioni di euro sotto forma di prestiti bonificati dalla Banca Pubblica di Investimento.

17 giugno 2013


art_comet_ivrea ©2011
N.B. Tutte le informazioni ed i contenuti (testi, grafica ed immagini) riportate sono, al meglio della nostra conoscenza, di pubblico dominio; se, involontariamente, è stato pubblicato materiale soggetto a copyright o in violazione alla legge si prega di comunicarcelo e provvederemo immediatamente a rimuoverlo.